Osteopata · Rimini · Roma

Osteopatia per il mal di schiena

Curare discopatia e ernia del disco
Il mal di schiena è una patologia che colpisce due persone su tre. Tra le principali cause della lombalgia troviamo le discopatie, ovvero la sofferenza del disco intervertebrale e  tra queste la più grave e conosciuta è proprio l’ernia del disco. Le cause del mal di schiena dovuto alla discopatia sono varie, mentre i sintomi sono molto simili. Si può andare dai casi più lievi, quasi asintomatici, a quelli più gravi che possono richiedere un intervento chirurgico.

Alcuni esempi:
  • Riduzione della sensibilità della cute
  • Alterata percezione caldo-freddo
  • Formicolii
  • Debolezza muscolare
  • Deficit motori
Questi sintomi sono causati dalla degenerazione del disco intervertebrale e quando lo stesso disco o il nucleo al suo interno creano uno schiacciamento della zona midollare della colonna. Questa compressione, a seconda di quanto è importante e del livello di colonna dove si manifesta, determina sia la gravità dei sintomi che la loro localizzazione.

Il sintomo più frequente è la sciatalgia o lombo-sciatalgia, ovvero l’infiammazione del nervo sciatico. Il dolore può rimanere confinato nel decorso dello stesso nervo, dal gluteo al piede, o può arrivare fino alla zona lombare.

Cosa può fare l’Osteopata per l’ernia del disco?

L’osteopata può intervenire già nelle prime fasi dando un importante contributo nella gestione del fastidio alla schiena. Tramite delle piccole manovre osteopatiche su fasce e muscoli si favorisce il drenaggio linfatico e la microcircolazione, favorendo i naturali processi antinfiammatori del nostro corpo. Questo trattamento è estremamente efficace e assolutamente non doloroso.

Inoltre, se il medico ha suggerito l’utilizzo di farmaci in questa fase, il trattamento ne aumenta l’efficacia permettendo al principio attivo di raggiungere meglio e più in profondità i muscoli e i tessuti doloranti. Tra le principali cause delle discopatie troviamo la riduzione della corretta curvatura della colonna e la disidratazione dei dischi intervertebrali, situazioni solitamente di carattere soggettivo e individuale che vanno analizzate singolarmente.

L’approccio osteopatico tiene molto conto di questi aspetti e si propone sempre di migliorare e ripristinare le condizioni iniziali in modo da favorire il recupero. L’osteopata agisce anche con un approccio definito cranio sacrale che permette di alleviare la tensione a cui tutto il sistema nervoso è sottoposto, riesce così a produrre i primi importanti risultati sul dolore anche lavorando a distanza della zona colpita dall’ernia del disco.

L’ernia del disco può causare una rigidità della colonna che può essere risolta con 5-6 sedute. Con specifiche tecniche viene ripristinata la mobilità, il tratto colpito torna a funzionare correttamente e in armonia con tutta la colonna vertebrale. Qui inizia il percorso di rieducazione motoria, con costante attività fisica ed esercizi mirati si evitano anche eventuali ricadute.

Che fare in questi casi?

Senza alcun dubbio la problematica va riportata al proprio medico. Successivamente, medico specialista, il medico ortopedico, il neurochirurgo e il fisiatra sono le figure preposte per fare una corretta diagnosi e definire la miglior cura. Il primo passo da fare è valutare la necessità o meno di un intervento chirurgico.

Esercizi per il mal di schiena

Vi farò vedere pochi esercizi estremamente semplici ma che per la mia esperienza in primis come atleta  ed ora come osteopata, ho constatato essere molto efficaci.
Il mal di schiena ha molte sfumature e diverse cause e nella maggior parte dei casi origina da alcuni aspetti ben classificabili. Questo problema è tipico di chi ha uno stile di vita sedentario o è costretto a passare molte ore della propria giornata seduto alla scrivania o in auto.
È possibile proporre una strategia di esercizio. Una sequenza di 4 esercizi ripetuti 2 volte ciascuno permette di alleviare il dolore. Sono esercizi molto semplici  che  permettono da subito di percepire sollievo, se così non fosse il consiglio è quello di rivolgersi al proprio medico o ad uno specialista.
L’obbiettivo principale di questi esercizi è ripristinare la mobilità.

Esercizio 1



Posizionarsi supini, con la pancia verso l’alto, mantenere le ginocchia piegate con i piedi che poggiano a terra. Da questa posizione va ricercato un movimento della schiena che crei un poco di spazio, un piccolo arco proprio nella parte bassa della schiena (zona lombare). Ripetere l’esercizio per 2 volte eseguendo 15 ripetizioni.

Esercizio 2

Il secondo esercizio ha lo stesso scopo ma va eseguito in modalità differente. Ci si posiziona a carponi in quadrupedia controllando di avere i quattro appoggi, mani e ginocchia esattamente sotto alle spalle ed alle anche. Si esegue sempre l’esercizio per 2 volte con 15 ripetizioni, ma molto più lentamente.

Fase 1
Portare la schiena ad avere una forma concava lasciando che l’addome vada verso il basso.

Fase 2
Portare la colonna ad assumere una forma opposta ovvero sporgere verso l’alto.

Esercizio 3


Posizionarsi proni con la pancia a terra e con un cuscino posizionato sotto l’addome. Riposare in questa posizione per 5 minuti.

Esercizio 4


Posizionarsi sdraiati con le gambe su una sedia o un supporto analogo mantenendo le gambe e le cosce piegate a 90 gradi. Mantenere la posizione per 10 minuti.

Questa sequenza di esercizi è molto efficace per alcuni e ben precisi motivi.
Da quando lavoro in studio come osteopata ho avuto modo di comprendere i differenti mal di schiena che affliggono le persone. Quando l’origine del dolore ha a che fare con il disco intervertebrale, la stragrande maggioranza dei miei pazienti trae beneficio da questi esercizi perché i movimenti proposti migliorano la mobilità del tratto lombare e questo permette al disco di essere meno sollecitato. Quando la mobilità migliora ecco che il disco può tornare a funzionare come deve. I dischi così facendo riprendono la corretta intermittenza di carico e scarico, stimolo necessario per nutrirli e reidratarli.

Dopo aver valutato la problematica del paziente, insieme ad un eventuale trattamento, propongo sempre una serie di esercizi per migliorare ulteriormente o mantenere lo stato di salute della schiena.
 

Se hai problemi con il mal di schiena e vuoi tornare alla tua naturale mobilità, contattami, saprò come aiutarti!